2008 - Lago d'Iseo

Dove la natura riesce ancora a stupire






E' già da qualche anno che volevo venire al lago d' Iseo e più precisamente da quando ho letto l'articolo di Mototurismo relativo a questo posto. Mi sono mosso con qualche mese di anticipo per trovare alloggio nel B&B Giardino sul lago (www.giardinolago.com) nel paese di Lovere. L'ho scelto a prima vista guardando il sito web e mai scelta fu migliore. La signora Simonetta ed il marito sono persone cordiali, simpatiche e stupende. La casa è molto bella (il parcheggio esterno è comodo ma la moto la fanno parcheggiare in cortile) ed è in una posizione perfetta per fare due passi a piedi in paese e per godere dei stupendi panorami del lago. Lovere mi è sembrata perfetta come base di partenza ed in tre giorni abbiamo potuto ammirare tutte le bellezze naturali della zona. A sud del lago, tra Brescia e Iseo, è d'obbligo un giro tra i vigneti di Franciacorta e la visita di qualche bella cantina per poter assaporare i vini del posto. Nei pressi di Iseo ci sono le torbiere che meritano sicuramente una visita ed una passeggiata lungo il percorso del parco. A ovest è spettacolare la strada lungo-lago soprattutto nei due orridi di Zorzino e di Castro dove la parete rocciosa diventa a strapiombo sul lago costringendo la strada a curve strette e passaggi veramente suggestivi. A est la strada è meno bella e spesso sotto i tunnel, ma da non perdere assolutamente è il parco delle piramidi di Zone. Le formazioni rocciose sono veramente enormi e affascinanti soprattutto quando le si osservano dal basso, seguendo il sentiero che permette di fare il giro completo in poco più di un'ora. Molti paesi sul lago meritano una visita tra cui sucuramente Iseo, Sarnico e Lovere. Assolutamente da non perdere è Monte Isola, prendendo il traghetto da Sulzano per Peschiera Maraglio, che in almeno mezza giornata è visitabile e non lascia certamente delusi. Del nord del lago che dire ... ci sono le nostre fantastiche alpi con la bellissima val Camonica e tutte le sue bellezze naturali. Ovviamente, a seconda del periodo, i passi potrebbero essere ancora chiusi altrimenti il Crocedomini, Gavia, Mortirolo e Tonale farebbero divertire qualsiasi motociclista. Noi siamo arrivati all'altopiano di Schilpario sperando che il passo Vivione fosse aperto ma purtroppo era ancora inagibile, e stessa cosa per il Crocedomini quindi abbiamo evitato gli altri ma in fin dei conti erano i primi di Maggio quindi era abbastanza ovvio. Altra nota di merito della zona è il cibo. Ovunque ci siamo fermati a mangiare siamo stati contentissimi, dalla pizzeria ristorante del porto di Lovere ai vari ottimi ristoranti nei vari paesi e su Monte Isola. Ci siamo dedicati ai pesci di lago (Tinca, Luccio, Aola, Persico, Anguilla) in tutte ricette possibili ed ai buonissimi casoncelli (ravioli). Sono stati giorni stupendi in mezzo ad una natura splendida e rigogliosa quindi non posso far altro che dire: andateci e non ve ne pentirete.